Più artisti di strada, più regole per l’arte di strada

0
1688

Nel 2015 l’amministrazione Bitonci ha emanato un nuovo regolamento sulle attività degli artisti di strada.

L’obiettivo era quello di disciplinare le attività dei così detti “buskers” e soprattutto limitare l’attività di quei presunti artisti che puntualmente si manifestavano alle feste di laurea e tra i tavolini dei bar, a disturbare e pretendere anche (con molesta insistenza) “el scheo”.

L’ordinanza non intendeva assolutamente colpire invece i veri artisti di strada, quelli che si esibiscono senza disturbare ed allietando invece il pubblico passaggio.

L’obiettivo dell’amministrazione Bitonci è quello di perfezionare ulteriormente questo sistema, pensando anche all’istituzione di un tavolo periodico di discussione tra Comune e artisti, in maniera tale da coordinare le attività dei vari buskers, organizzando assieme manifestazioni e destinandoli magari di volta in volta nelle zone di Padova in cui c’è più bisogno di vitalità, per combattere il degrado.

Per altro l’amministrazione Bitonci ha finanziato (con 20.000 €) il “Padova Street Show Festival”, realizzato nel giugno scorso.

Tra i tanti artisti di strada, Aldo “Il Baffo”, che si esibisce alla mattina sotto il portego di Santa Maria dei Servi e che in questo video dedica “Un mondo d’amore” di Gianni Morandi, a Massimo Bitonci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here