ORDINANZA ALCOL: BITONCI, VIA I BALORDI SENZA PERDERE POSTI DI LAVORO. INTERROGO ALFANO

0
294

“Rossi ha promesso 5000 posti di lavoro, ma ha emanato un’ordinanza che ne farà perdere almeno due, come annunciato oggi da una catena di supermercati. L’ansia per l’imminente consultazione elettorale gli ha fatto commettere un errore gravissimo. Invece di colpire chi delinque e molesta i passanti dell’area Stazione, punisce i commercianti. Per lui è più facile multare un negoziante che allontanare un balordo: gli esercenti lo hanno sperimentato negli ultimi dieci anni. Invece di fare altri danni, ritiri l’ordinanza che ha emanato, colpisca chi molesta i padovani e vieti il consumo fuori dalle pertinenze e dai plateatici dei bar. Il provvedimento che ha emanato sarà comunque bocciato dal Tar, come già accaduto in Toscana nel marzo 2013. Allora furono alcuni operatori commerciali del Comune di Firenze a impugnare un’ordinanza analoga, che venne annullata dal Tribunale Regionale. Ho depositato un’interrogazione parlamentare per il Ministro Alfano: si smarchi da Renzi e faccia qualcosa di destra. Conceda a Padova più uomini e più mezzi per combattere la criminalità. La nostra città ha bisogno di sicurezza e di lavoro. I mancati introiti per le attività commerciali, generati da questa sciagurata ordinanza, serviranno a creare altra disoccupazione. Non solo: bar e supermercati chiusi favoriscono il degrado”.

Lo dichiara il candidato sindaco di Padova della coalizione di Centrodestra Massimo Bitonci, che ha presentato un’interrogazione per il Ministro dell’Interno Angelino Alfano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here