lunedì, maggio 29, 2017

Sport

Lo sport possiede un valore educativo e sociale enorme e Massimo Bitonci – ex rugbista, attualmente allenatore di una squadra giovanile del Rugby Cittadella, maratoneta nel tempo libero – lo sa bene.

Lo sport non è soltanto sudore e divertimento, insegna a crescere, a stare con gli altri, a rispettare regole e a imparare lealtà ed altruismo.

Per questo l’amminstrazione Bitonci ha puntato moltissimo su questo settore;

  • organizzando oltre 400 manifestazioni sportive che hanno coinvolto più di 800.000 persone;
  • finanziando la costruzione di un campo sintetico al Centro Geremia, gli impianti del Petrarca Rugby pensati e realizzati dal mitico “Memo”;
  • approvando il progetto di ristrutturazione dello stadio di atletica leggera dell’Arcella, il Colbachini, che prevede una nuova pista e una nuova tribuna in sostituzione della vecchia.
  • approvato il progetto di ristrutturazione dello Stadio Plebiscito, che servirà sia al Calcio Padova – in attesa trepidante che torni ai fasti dei tempi dorati di Nereo Rocco – sia alle partite di cartello del Petrarca Rugby e, magari, a quelle della nazionale di rugby. Questo permetterà di superare il pessimo affare fatto con la costruzione dell’Euganeo (ormai fatiscente e criticatissimo) e di risparmiare soldi pubblici e terreni verdi, evitando che se ne costruisca uno nuovo, facendo gli interessi “dei soliti”;
  • e ancora la nuova sala di scherma concessa alla storica e blasonata società Comini;
  • oltre alla realizzazione di quattro nuove tensostrutture per i campi da tennis della Tennis Patavium.
  • Infine il progetto – con i fondi già stanziati – per un ampliamento degli impianti del Cus di via Jacopo Corrado – che prevederà, tra l’altro, delle piscine aperte a tutta la cittadinanza.