Bitonci interroga sui Rom: «Padova spreca troppi soldi»

0
836

«I programmi di integrazione dei nomadi sono un continuo fallimento, avallato anche dalle parole dell’assessore Verlato».

«La politica di integrazione dei Rom del Comune di Padova è fallimentare». Per questo il parlamentare leghista, e sindaco di Cittadella, Massimo Bitonci ha presentato un’interrogazione al ministero dell’interno: «Sono stati spesi inutilmente 840.000 euro tra fondi statali e comunali per progetti di inserimento sociale dei rom stanziati in via Longhin, in via Vigonovese ed in altre zone della cittàQuesti soldi, che il governo Prodi aveva iniziato a mettere a disposizione alcuni anni addietro finanziamenti per attivare un piano di inserimento sociale dei nomadi dal titolo “Dal campo nomadi alla città” avrebbero dovuto inserire i giovani Rom al mondo lavorativo ma che, a distanza di anni, non ha portato ad alcun risultato concreto, tanto che l’assessore ai servizi sociali di Padova, Fabio Verlato, parlando dei Rom coinvolti nel progetto, avrebbe dichiarato come la maggior parte dei rom non collabori minimamente con le istituzioni per la realizzazione del progetto ma, al contrario, ne ostacoli l’attuazione con atti criminosi ed al di fuori della legalità, fornendo esempi concreti».

Nell’interrogazione parlamentare Bitonci chiede al ministro dell’Interno se «considerata l’inerzia dell’amministrazione locale, avallata anche dalle dichiarazioni dell’assessore comunale, e in ragione degli stanziamenti erogati, sia dal Governo che dal Comune stesso e che si sono rivelati inefficaci ed inutili, non ritenga opportuno assumere iniziative nell’ambito delle proprie competenze allo scopo di verificare la modalità con la quale vengono erogati i finanziamenti, sia governativi che da parte degli enti locali».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here