Bitonci: “Il tram resta e creeremo corse speciali per i mercati rionali”

0
97

Massimo Bitonci prosegue la sua campagna di avvicinamento all’11 giugno, data del voto per il nuovo sindaco di Padova.

Prosegue e torna a parlare di trasporto pubblico, in particolare del tram.

Se il candidato sindaco non ha mai fatto mistero di non amare questo mezzo (che con la sua rotaia ha stravolto interi quartieri, come l’Arcella), va fatta tuttavia una precisazione. A farla è lo stesso Massimo Bitonci: “Leggo sui giornali frasi non veritiere che mi si addebitano riguardo al tram.

Voglio chiarire che il tram resterà, a Padova. Noi non lo toccheremo, non lo toglieremo, non lo vogliamo eliminare in alcun modo.

Quello a cui puntiamo, per il futuro, è un trasporto elettrico di tipo diverso, su ruota: autobus elettrici che corrano su corsia preferenziale, come accade oggi nelle principali città europee. È quello il futuro della mobilità urbana.

Però ci rendiamo conto che il tram per molti cittadini rappresenti una conquista, perché dà tempi certi di partenza e di arrivo e questo è un valore che gli va riconosciuto.

Noi vogliamo rendere diffuso questo sistema: vogliamo autobus elettrici – appunto – che corrano su corsie non accessibili agli altri veicoli e che siano sempre puntuali.

Perché il tram sarebbe efficiente anche senza rotaia, non è quello il discrimine, non è quella a fare la differenza.

Il punto non è tram o non tram. 

Il punto è che sul trasporto pubblico bisogna puntare in maniera forte, ma se vogliamo che la gente si sposti di più coi mezzi e di meno con l’automobile, allora dobbiamo fare in modo che i mezzi siano più efficienti e che non sia soltanto il tram a funzionare bene.

La differenza la fanno le corsie preferenziali, non il mezzo che le percorre.

E poi penso ad aumentare il tempo di validità del biglietto, in certe situazioni: per gli anziani, magari, si potrebbero creare dei biglietti da 120-150 minuti, allo stesso prezzo degli attuali.

In occasione del mercato del martedì, all’Arcella, potremmo far produrre dei biglietti speciali, validi per tutta la mattina, sempre a 1,30 euro.

Lo stesso alla Guizza il mercoledì, a Mortise il venerdì, eccetera…“.

– Ufficio Stampa di Massimo Bitonci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here